La rivoluzione di Platini

Europa LeagueSeguimi su Twitter e Facebook

E’ in arrivo la svolta che aiuterà l’Europa League a guadagnare in appeal provando a ridurre il gap rispetto alla Champions League. Una scelta voluta in prima persona da Platini perché anche l’Uefa si è resa conto che il solco tra il palcoscenico principale del calcio europeo e la competizione secondaria è eccessivo e finisce con l’allontanare molti grandi club.

A partire dal 2015 la vincitrice dell’Europa League sarà iscritto d’ufficio alla Champions League della stagione successiva. Un modo per premiare il merito e, indirettamente, aggiungere valore al trofeo conquistato quest’anno dal Chelsea di Rafa Benitez. La decisione verrà ratificata dal Comitato Esecutivo dell’Uefa a Londra.

Oggi l’Europa League rimane la cenerentola garantendo guadagni che non sono nemmeno paragonabili a quelli della Champions dove la sola partecipazione al girone eliminatorio vale 7,5 milioni di euro, quanto si può incassare in EL arrivando in semifinale. La Champions League è una competizione che nel 2012-2013 distribuirà quasi un miliardo di euro tra le 32 partecipanti mentre l’Europa League si ferma a un quarto nel suo complesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: