Il giro del mondo del ‘malato’ Messi

MessiSeguimi su Twitter e Facebook

Lionel Messi nella prossima stagione guadagnerà solo dal Barcellona 13 milioni di euro netti più spicci in bonus. La sua busta paga sarà da 1.083.000 euro al mese, 35.714 al giorno ferie e infortuni compresi. I soldi non sono tutto nella vita ma fanno molto. Lionel Messi ha appena rinnovato il contratto con i catalani: non che prima patisse misera, ma il vincolo attuale e che scadrà nel 2018, alla veneranda età di trent’anni, è da record in Europa. Il Barcellona glielo ha concesso nell’annata peggiore della sua carriera recente e c’è da capirli; troppo alto il rischio che qualche sceicco o magnate russo si facesse venire la voglia di coprire i 250 milioni della clausola rescissoria.

Lionel Messi ha chiuso la stagione sulle ginocchia, stanco e infortunato. Ha giocato 61 partite ed esaurito benzina e colpi magici. Qualsiasi medico della mutua davanti alla sua cartella medica avrebbe consigliato una sola cosa: “Riposo”. Vacanze senza stress, recupero fisico e mentale prima di una stagione che si concluderà con l’avventura mondiale in Brasile. Invece nulla. Messi sta trascorrendo queste settimane di ferie girando il mondo come un globetrotter e la cosa suggerisce qualche riflessione.

Quanto è giusto che un giocatore non stacchi mai, nemmeno quando giustamente va in vacanza (sempre pagato profumatamente dal suo club)? E’ compatibile una serie di viaggi da 40.000 chilometri in 14 giorni con 6 paesi toccati (Italia, Senegal, Argentina, Colombia, Perù e Stati Uniti), partite amichevoli e comparsate a favore di sponsor, con la situazione di Messi? 40.000 chilometri dal 22 giugno (visita a Milano da Dolce & Gabbana) al 6 luglio, giorno della quarta e ultima esibizione della ‘Battaglia delle Stelle’ che avrà visitato Medellin, Lima, Los Angeles e Chicago.

Lionel Messi ha chiuso la stagione sulle ginocchia e non solo metaforicamente. Infortunato contro il Psg nella gara a Parigi del 2 aprile, si è trascinato per il finale di stagione risultando un fantasma contro il Bayern Monaco e quasi inutile anche alla causa dell’Argentina. Poi è riemerso nell’amichevole in Guatemala per giocare la quale ha preso un bonus da mezzo milione di dollari e l’ha impreziosita con il sorpasso a Maradona nella classifica marcatori in nazionale.

Messi si è spremuto come un limone e il risultato per il Barcellona, che lo paga profumatamente, è stato di non averlo nel momento decisivo dell’anno: 69 gol in 61 gare sono serviti giusto a vincere una Liga che al Camp Nou considerano ormai routine o poco più. E’ ragionevole pensare che il presidente Rosell e i medici non siano felicissimi di questo tour de force. In fondo lo stipendio dovrebbe coprire tutte le esigenze di Messi per le prossime generazioni. Invece no. L’argentino guadagna più dalla sua attività di comunicazione che da quella calcistica.

L’analisi dei suoi movimenti in vacanza è utile come pro memoria per quando, nel pieno dell’inverno, verrà riaperto il discorso sui calendari troppo affollati. Letta l’agenda di Lionel viene da solidarizzare con il Barca e con tutti i club che pagano i giocatori perché questi si facciano gli affari loro. Come condannare allora i catalani che in piena preparazione faranno anch’essi il giro del mondo? Più di 30.000 chilometri in tre settimane tra luglio e agosto: Polonia, Germania, Norvegia, Spagna, Israele, Palestina, Thailandia e Malesia.

Un tour che chiuderà nell’immediata vigilia del debutto nella Liga (17 agosto) e delle due finali di Supercoppa spagnola (21 e 28 agosto). Il conto finale è che Lionel avrà percorso in due mesi non meno di 100.000 chilometri, cifra che per un’auto significa entrare nella terza età della propria vita con necessità di manutenzione e interventi urgenti. Lui, invece, sarà all’alba di una stagione potenzialmente da 75-80 partite. Nessun preparatore atletico avvalerebbe un simile programma, ma se l’alternativa è che Messi (e gli altri) lo facciano per i propri interessi allora ben venga il business dei presidenti. Che almeno rientrano dalle spese sostenute.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: