Il Milan e il fattore C (come culo o Cassazione)

Berlusconi modello Milan 1Seguimi su Twitter e Facebook

Pare proprio che Silvio Berlusconi abbia trascorso le ore della vigilia della giornata più importante della sua storia giudiziaria pensando al calcio. Non all’amichevole di Monaco (per fortuna di Allegri), ma al Milan e alla sua parabola cercando di trarre auspici in vista della sentenza della Cassazione sulla vicenda dei diritti tv. Il retroscena è raccontato dal Corriere della Sera ed è gustoso perché sembra che tutto sia nato dalla volontà di Berlusconi di appellarsi al ‘fattore C’ inteso come culo.

Per uscire indenni dalla Cassazione servirebbe, insomma, una grande botta di… fortuna, alla faccia del lavoro del professor Coppi e dello stuolo di legali che stanno cercando di togliere il Cavaliere dagli impicci. La cosa sorprendente è che a tavola a Palazzo Grazioli, la leggenda del fattore C (che Sacchi aveva reinterpretato in “ocio, pazienza e bus del cul…”) è stata declinata ricordando la madre di tutte le partite del Milan dell’era moderna.

I commensali di Berlusconi hanno citato, infatti, la nebbia di Belgrado del 9 novembre 1988: “Quel ricordo – scrive il retroscena del Corriere della Sera – ha imposto la fortuna (definita in termini prosaici durante il pranzo) come elemento da tenere in debito conto nella valutazione che farà la Corte”.

I paragoni col ‘modello Milan’ però non si sono fermati qui. Per qualche ora, infatti, il popolo del Pdl ha studiato la possibilità di cingere d’assedio il palazzo della Corte Costituzionale con una manifestazione che avrebbe segnato un punto di non ritorno nella storia italiana. Ipotesi cui si sarebbe opposto fermamente il professor Coppi, legale che guida il pool di avvocati di Berlusconi, e che è stata paragonata alla fuga del Milan dal Velodrome di Marsiglia causa riflettore malfunzionante.

“Un conto è confidare nel fattore C, altra cosa è pensare di farla franca con l’espediente di Marsiglia, dove il suo Milan cercò ignominiosamente di sfruttare la rottura di un riflettore dello stadio per evitare la sconfitta sul campo” chiusa il Corriere della Sera, Anche perché questa volta nei panni di Galliani si sarebbe dovuto calare l’iperattivo Ghedini.

Berlusconi modello Milan 2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: