I conti di Adriano

Galliani e KakàSeguimi su Twitter e Facebook

La ‘chicchina’ era un foglietto nel taschino della giacca, preparato dal fido Beppe Sapienza e sfoderato a metà della conferenza di presentazione di Kakà per sottolineare che quello che conta è la “legge dei numeri” e per rivendicare con orgoglio la storia recente del Milan. 

Galliani se l’è giocata così e non è nemmeno una novità, visto che il refrain sulle classifiche delle ultime cinque stagioni suona ormai da qualche mese. A volte sorridendo, altre sfoderando il ghigno un po’ innervosito (“Visto che sono l’amministratore delegato del Milan voglio precisare alcune cosine che non mi sono piaciute”) per poi tornare in versione-showman: “Vedi Ricky, lo dico perché non è che sei arrivato in una squadra di barboni”. E giù risate.

Insomma, Adriano Galliani ha ritirato fuori la storia del Milan migliore in Italia (nelle ultime cinque stagioni) e migliore italiana in Europa. Lo ha fatto in grande stile: “Negli ultimi 5 anni ci sono solo 7 club che hanno sempre fatto il Group Stage della Champions. Il Milan è la squadra che ha fatto il maggior numero di punti in Italia. Ricordo che il Milan ha vinto uno scudetto tre stagioni fa, siamo arrivati secondi nel 2012 dopo essere stati in testa per tanto. L’anno scorso siamo arrivati terzi. Siamo primissimi in Europa e primi in Italia negli ultimi 5 anni“.

Punto. Foglietto ripiegato e messo via e ringraziamenti agli sponsor che hanno rinnovato il contratto. Doveva farlo e lo ha fatto. Poi c’è la realtà, la dura legge dei numeri che racconta qualcosa di leggermente diverso. Dice, ad esempio, che nelle ultime cinque stagioni il Milan ha vinto uno scudetto e conquistato un 2° e tre 3° posti. Ha alzato una Supercoppa Italiana, in Champions non è mai andata oltre i quarti di finale e in Coppa Italia ha fatto due semifinali.

Chi è dietro sul podio ‘virtuale’ di Galliani? La Juventus (2 scudetti e una Supercoppa Italiana) e l’Inter che negli ultimi cinque anni – se ha un senso fare una graduatoria di questo genere – ha fatto bingo: 2 scudetti, 1 Champions League, 1 Mondiale per Club, 2 Coppa Italia e 2 Supercoppe italiane. Poi sono arrivati un sesto e un nono posto a rovinare la media-punti. Ma finite le risate restano i numeri. E i titoli dell’ultimo lustro. “Primissimi in Europa e primi in Italia negli ultimi 5 anni“: lo risentiremo ancora. C’è da giurarci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: