Balotelli e i precedenti: sconto difficile

Balotelli espulsoIl Milan le tenterà tutte per cercare di restituire ad Allegri il suo uomo guida almeno contro la Juventus, terza e ultima gara che l’attaccante deve saltare causa lo stop imposto dal Giudice sportivo Tosel (LEGGI QUI) dopo il doppio giallo con espulsione arrivato a partita conclusa contro il Napoli. Non sarà facile, però, nemmeno per un avvocato esperto come Cantamessa.

Balotelli ha rimediato la doppia ammonizione per “comportamento scorretto nei confronti di un avversario (2° sanzione dopo il giallo di Verona ndr) e per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara”. L’espulsione gli è costata una giornata di squalifica alle quali, però, si sono aggiunte le altre due per quello che è successo in campo dopo che Banti ha mostrato a SuperMario il cartellino rosso.

Il dispositivo del giudice Tosel parla di “espressioni ingiuriose e intimidatorie” rivolte all’arbitro e rilevate dal quarto uomo. Comportamento che è valso l’ulteriore squalifica e sul quale il Milan proverà a fare leva per ottenere lo sconto di almeno una giornata. Uno schema identico a quello della passata stagione: Balotelli squalificato per 3 turni a Firenze per “espressione ingiuriosa” nei confronti di un assistente, fuori contro Napoli e Juventus e recuperato per la trasferta a Catania dopo che la Corte di Giustizia federale aveva commutato la terza giornata di squalifica in un’ammenda da 20.000 euro.

Rispetto a un anno fa, però, c’è l’aggravante delle espressioni non solo ingiuriose ma anche “intimidatorie”. Una definizione che da sola potrebbe giustificare il raddoppio della squalifica (da 1 a 2 giornate). I precedenti? Un anno fa l’Inter perse Guarin dopo la partita con la Lazio per “atteggiamento aggressivo e intimidatorio” nei confronti di un assistente (1 giornata), Cassano per “espressioni ingiuriose” dopo Inter-Cagliari (2 giornate) e Ranocchia per “espressioni provocatorie” (1+1) sempre dopo la caldissima sfida con i sardi.

Il Milan ha precedenti controversi anche nella gestione delle squalifiche di Ibrahimovic. L’episodio più simile è il rosso rimediato a Firenze il 10 aprile 2011 per un’espressione “ingiuriosa” al guardalinee. Zlatan rientrava da un altro stop di 3 turni (poi ridotti a 2 in appello) per la manata a Rossi del Bari e fu squalificato per 3 giornate: una per l’espulsione e 2 per l’ingiuria. Il ricorso non ottenne alcuno sconto e lo stesso accadde la stagione successiva dopo l’espulsione per lo schiaffo ad Aronica in Milan-Napoli: rosso e 3 turni di stop.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: