Milanello porte aperte

Curva Sud Milan comunicatoLa notizia è clamorosa e ve la riportiamo così come arrivata ieri sera in redazione: ‘Momenti di tensione a Milanello nella giornata di vigilia della sfida tra Milan e Sampdoria. Intorno alle ore 19 un gruppo di ultras rossoneri identificabili con la nota Curva Sud Milan si sono presentati ai cancelli chiedendo di essere fatti entrare, come spesso accaduto in passato.

Al rifiuto dei responsabili del Centro Sportivo, sede di allenamento e ritiro del Milan, e vista la scarsa presenza di uomini della sicurezza del club, gli ultras hanno forzato il cancello di ingresso e sono penetrati all’interno della struttura. Hanno preteso di radunare squadra e staff tecnico in una stanza per un confronto sul momento del Milan, ma hanno dovuto desistere quanto a Milanello sono arrivate le forze dell’ordine prontamente allertate dalla telefonata dell’amministratore delegato Adriano Galliani che ha provveduto a denunciare i responsabili del blitz. Tutto si è concluso in un’ora e al termine i giocatori sono potuti rientrare nelle proprie stanze. Gli ultras sono stati denunciati a piede libero per violazione di proprietà privata, minacce e tentato sequestro di persona”.

Ecco, questa è la notizia che avremmo voluto leggere. Invece quella che è arrivata in redazione racconta di un confronto tra una delegazione della Curva Sud e la squadra durato un’oretta dopo cena e svolto con la benedizione della società, visto che è noto come a Milanello (e in tutti gli altri centri sportivi del calcio mondiale) non si entri se non invitati.

Le cronache riportano di un clima cordiale e degli incitamenti degli ultras alla squadra perché superi il momento difficile. C’era tutta la squadra, infortunati compresi. Pure quelli, insomma, che poi hanno preso e sono tornati a casa perché non convocati per la gara contro la Samp. Da quanto risulta, i giocatori hanno espresso solidarietà alla Curva Sud per la squalifica per cori discriminatori che costringerà gli ultras a restare fuori da San Siro in occasione di Milan-Samp. Una scena strepitosa, visto che da una parte c’erano i tifosi e dall’altra alcuni dei paladini della lotta al razzismo in tutte le sue forme: Balotelli, Constant, Muntari, Zapata e via discorrendo.

Lasciato Milanello, risulta poi che una delegazione degli ultras si sia recata sul piazzale di San Siro per tappezzare le cancellate di questi manifesti (tutte le foto le potete vedere su http://www.milannews.it) riportanti il coro costato la squalifica alla Sud (“Senti che puzza, scappano anche i cani, stanno arrivando i napoletani. Son colerosi…”) e un gentile pensiero (“Usurpatori bastardi”) dedicato a Lega e Figc. Ma riportiamo queste ultime parti del racconto solo per dovere di cronaca e non crediamo siano vere. Altrimenti dovremmo concludere che il nostro calcio è popolato di autentici cialtroni e che i club meritino tutta la tolleranza zero che le nuove norme riservano a questi temi. Impossibile. Vero?

(ecco una foto tratta da http://www.milannews.it)

Curva Sud Milan comunicato

 

PS – La notizia che avremmo voluto ricevere (e che invece non abbiamo ricevuto) è ovviamente frutto della nostra fantasia. Sarebbe stata la prova che le società tutte, e non solo il Milan, non coltivano più rapporti con le curve, sono capaci di marcare il territorio e hanno capito la lezione dopo anni di calcio consegnato nelle mani degli ultras. Invece non è stato così. La ‘delegazione’ della Curva Sud è stata accolta a Milanello con tutti gli onori e il resto lo sapete perché lo avete letto su tutti i giornali. Senza che nessuno si sia fatto alcuna domanda. Ma anche questo è ovvio. Purtroppo.

Annunci

Comments

  1. Eudoro il Mirmidone says:

    E’ andata come da ipotesi a): E’ UNO SCHIFO. Questa gente deve capire che non sono i padroni del Club. Pagano il biglietto (mi auguro), entrano, tifano, guardano la partita e poi a casa! Stop!
    E’ andata come da ipotesi b): E’ UNO SCHIFO. Dare solidarietà a chi manifesta certi bassi quanto ciechi istinti razzisti, specie se sei di colore, è gravissimo.
    Insomma: E’ UNO SCHIFO!

  2. E se fosse stato Galliani stesso a chiamarli?

  3. Tanto ammmmore

  4. la connivenza tra questa curva sud e la società è cosa nota da tempo…avete fatto alle facce delle persone che erano DENTRO il ristorante di Giannino quando è arrivato Kakà…tutti i capi della Curva Sud…immaginatevi un abbonato da tanti anni del milan che si presenti da giannino con suo figlio in braccio e chiede di entrare…

  5. blanc et noir says:

    eliminare la feccia umana che sta metastasizzando la lega.

Trackbacks

  1. […] a Milanello ed espresso solidarietà; non sarebbe meglio prendere le distanze dalle curve?” (LEGGI QUI L’ARTICOLO DI CALCINFACCIA). Domanda bella e anche semplice, cui il tecnico ha risposto con un imperdonabile slalom per […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: